I nostri valori

L’associazione

L’associazione Lista Civica Progetto Innovare nasce a supporto della vita politica della città di Udine. È una forza di ispirazione civica ed europeista, anti fascista e contraria al sovranismo, che crede fermamente nei valori di libertà, democrazia, rispetto e giustizia insiti all’interno della costituzione italiana. L’arco politico di riferimento è essenzialmente compreso tra la sinistra e il centro liberale, includendo i mondi ambientalista e autonomista. Gli iscritti a questa associazione hanno a cuore la qualità della vita di tutte le persone, in particolare di quelle che abitano o comunque vivono a vario titolo la città di Udine, oltre che la valorizzazione di un’economia al servizio del bene comune nel rispetto dell’ambiente vitale.

La partecipazione

Per capire ed affrontare al meglio le esigenze di un territorio, è necessario saper coinvolgere ed ascoltare la cittadinanza creando processi in cui le persone si sentano parte attiva nelle decisioni amministrative. C’è bisogno di stabilire delle relazioni con i diversi ambiti cittadini, a partire dai quartieri. Per fare questo è necessario coinvolgere la popolazione innanzitutto facendo rete tramite le associazioni locali che operano nei diversi ambiti di interesse (ad esempio: sociale, culturale, sportivo). È fondamentale conoscere le peculiarità dei diversi territori e saper raggiungere tutte le persone che abitano una determinata zona, dai giovani agli anziani, ponendo forte attenzione ai più deboli e a coloro che vivono ai margini della società. Una sfida importante è quella di saper trovare i metodi migliori per coinvolgere anche i giovanissimi ed i bambini al fine di comprendere davvero le loro necessità e il loro punto di vista.

Il benessere delle persone

È necessario garantire una sanità più efficace ed efficiente anche attraverso una valorizzazione della medicina generale e della continuità assistenziale sul territorio. La cura della persona non si può limitare solo alla semplice attenzione per i problemi di natura fisica. La fase storica in cui viviamo richiede infatti un sempre crescente impegno ad analizzare le fragilità psicologiche e le patologie di natura psichica. C’è dunque bisogno di maggiori figure professionali di riferimento per questi aspetti. Anche il benessere sociale va peraltro considerato come essenziale. La cura del luogo in cui viviamo, i servizi disponibili (in particolare per le persone anziane e per quelle con disabilità) e le occasioni di incontro nei quartieri, sono elementi fondamentali a supporto delle numerose situazioni di solitudine e di difficoltà. Una attenzione particolare va rivolta al tema della prevenzione, valorizzando tutto ciò che può essere di aiuto per il benessere bio-psico-sociale della persona, ad iniziare dall’attività fisica e sportiva.

La società di tutti e per tutti 

Una società libera e democratica si fonda sull’ascolto delle minoranze e sul rispetto della persona, prescindendo dall’etnia di origine, dall’identità di genere, dall’orientamento sessuale, dall’età, dal credo religioso o filosofico, dallo stato di salute, dalla disabilità e da quanto altro possa essere oggetto di possibile discriminazione. Devono essere garantite e sostenute tutte le libertà civili individuali nel rispetto delle libertà altrui. Centrali sono i temi legati alla parità di genere, all’educazione sessuale e affettiva, e al contrasto della mentalità alla base della società patriarcale. Particolare attenzione va posta al tema dell’accoglienza concreta delle persone di provenienza e origine straniera, anche con particolare riferimento ai richiedenti asilo, al fine di favorire una società in cui l’arricchimento culturale sia occasione di crescita reciproca per un benessere diffuso e condiviso basato sul rispetto, i diritti e i doveri di tutti. La società deve inoltre saper porre la giusta attenzione anche alle esigenze e ai diritti degli animali di affezione, i quali sono peraltro molto spesso soggetti insostituibili per molte persone.

L’ambiente e la mobilità

La qualità della vita risulta essere strettamente collegata alla qualità dell’ambiente in cui si vive. L’attenzione al verde urbano e alla mobilità sono elementi essenziali di cui tenere conto. C’è bisogno di rigenerazione urbana, di limiti alla cementificazione, di parchi cittadini. C’è la necessità di avere un trasporto pubblico locale efficiente. È necessario favorire la mobilità leggera, limitare e disincentivare l’uso delle auto qualora non strettamente necessario, ridare spazi vitali alla cittadinanza e garantire facilità di movimento per i pedoni e i ciclisti, anche al fine di stimolare uno stile di vita più salutare e in armonia con l’ambiente vitale, favorendo al contempo la qualità delle relazioni umane.

La sostenibilità energetica

Cambiamenti climatici e crisi energetica ci impongono una seria riflessione su come operare anche a livello locale per cercare di ottenere l’obiettivo di ridurre al minimo lo spreco di energia e l’inquinamento. Vanno sostenute e incentivate la transizione dalle fonti fossili a quelle rinnovabili, l’efficienza energetica degli immobili, la diffusione di uno stile di vita volto al risparmio dell’energia utilizzata anche individualmente nella quotidianità di ogni giorno, a casa come negli spostamenti.

L’economia e il lavoro

È necessario creare le condizioni per un proficuo slancio dell’economia, valorizzando l’industria e l’artigianato locali, il commercio e il turismo, il settore terziario dei servizi, le libere professioni e l’impresa. Vanno favoriti gli spin-off universitari e più in generale la ricerca applicata. Vanno incentivati sia il commercio a chilometro zero che quello equo e solidale, assieme alla finanza etica. È necessario fare in modo che le persone cresciute e formate nel contesto locale abbiano la possibilità di trovare nello stesso contesto una collocazione lavorativa all’altezza delle aspettative e che sappia valorizzarne le competenze.

L’innovazione digitale

Il digitale fa parte della quotidianità di molti di noi. E tuttavia è ancora necessario investire pesantemente sulle infrastrutture del digitale, sulla formazione e l’alfabetizzazione, sul supporto all’utilizzo dei servizi online, sulla comunicazione e condivisione delle informazioni anche a beneficio degli enti produttivi e associativi. Le nuove tecnologie (big data e intelligenza artificiale) vanno sfruttate al meglio per favorire lo sviluppo della smart city.

La cultura, lo sport e l’istruzione

Gli eventi culturali, gli spettacoli teatrali, le mostre artistiche, la musica, lo sport, fanno parte integrante della crescita e del benessere di tutte le persone. Sono inoltre d’aiuto per l’economia con particolare riferimento al settore turistico. L’istruzione è in assoluto uno dei temi centrali a cui prestare una forte attenzione. Investire in infrastrutture e servizi per l’istruzione, a partire dalle scuole dell’infanzia (con il supporto alle famiglie e ai genitori) fino all’università, è uno dei punti fondamentali da tenere in considerazione per la crescita di una società. In particolare, c’è anche bisogno di servizi a supporto degli adolescenti per evitare la dispersione scolastica, così da garantire continuità didattica soprattutto nel caso di alunni provenienti da famiglie fragili.

La legalità e la sicurezza

La pacifica e regolare convivenza richiede un impegno alla promozione della cultura della legalità e della responsabilità personale. La sicurezza è uno dei temi centrali nella società di oggi, da tenere in considerazione nelle sue diverse sfaccettature. Oltre alla sicurezza economica, a quella sanitaria, a quella alimentare e a quella stradale (quest’ultima particolarmente critica), è forte l’esigenza di potersi muovere all’interno della città a qualsiasi ora del giorno e della notte senza dover temere per la propria incolumità, oltre che di potersi sentire tranquilli all’interno della propria abitazione. Il rischio di sicurezza dovuto alla micro criminalità oltre che l’insicurezza percepita, richiedono interventi coordinati con le forze dell’ordine unitamente a una attività di formazione, prevenzione e partecipazione vigile da parte della cittadinanza. Da questo punto di vista, è decisiva l’idea di una sicurezza partecipata, unita a una visione della città dinamica, illuminata e vissuta in ogni luogo e momento della giornata.